Immagine di ANTONIO FRANGIPANE DI REGALBONO

ANTONIO FRANGIPANE DI REGALBONO

Professore associato confermato

VET/06 - PARASSITOLOGIA E MALATTIE PARASSITARIE DEGLI ANIMALI

Indirizzo: VIALE DELL'UNIVERSITÀ, 16 - LEGNARO PD

Telefono: 0498272969

Fax:

E-mail: antonio.frangipane@unipd.it

Corso A.A. Codice Insegnamento
2017AVP7080541PARASSITOLOGIA E MALATTIE PARASSITARIE 1 (MOD. A)
2016MV10106457PARASSITOLOGIA VETERINARIA
Laurea Magistrale in Biologia Marina2016SCO2043962PATOLOGIA E MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE DEGLI ORGANISMI ACQUATICI ALLEVATI
2015MV10106457PARASSITOLOGIA VETERINARIA
2014MV10106457PARASSITOLOGIA VETERINARIA

Antonio Frangipane di Regalbono ha conseguito nel 1993 la Laurea in Scienze della Produzione Animale presso l'Università di Udine (Facoltà di Agraria). Dal 1994 al 1997 ha usufruito di una borsa di studio svolgendo la propria attività presso il laboratorio di Malattie Parassitarie dell'Università di Udine e sviluppando studi principalmente riguardanti le tecniche diagnostiche e l'epidemiologia delle principali parassitosi dei ruminanti, domestici e selvatici. Nell'anno 2000 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in "Epizoologia, Epidemiologia e Chemioterapia delle Malattie Parassitarie", discutendo una tesi sull'epidemiologia della setariosi bovina (sostenuta da Setaria labiatopapillosa) nel nord-est Italia (Friuli Venezia Giulia). Dal 1 gennaio 2001 svolge servizio come Ricercatore per il settore scientifico-disciplinare VET 06 (Parassitologia e Malattie Parassitarie degli Animali) della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Padova. I suoi principali interessi scientifici hanno riguardato: 1) studi epidemiologici sulle filariosi animali, quali la setariosi bovina (causata da Setaria labiatopapillosa) e la dirofilariosi canina (sostenuta da Dirofilaria immitis), rivolgendo particolare attenzione al ruolo degli insetti vettori; 2) diagnosi sierologica di ipodermosi bovina (sia nel latte che nel sangue) e studio della cinetica anticorpale in bovini naturalmente infestati; 3) studi sulla leishmaniosi canina mediante indagini siero-epidemiologiche sul cane e catture di insetti vettori; 4) studi epidemiologici sulle infezioni da Neospora caninum nei cani e nel bestiame; 5) studi epidemiologici e tipizzazione di protozoi a carattere zoonosico trasmessi per via oro-fecale; in particolare Giardia spp., Cryptosporidium spp. e Toxoplasma gondii; 6) Valutazione dell’antielmintico-resistenza di popolazioni di strongili intestinali (Nematoda, Cyathostominae) in cavalli allevati nel nord-est Italia. Nel corso della sua attività scientifica ha prodotto 94 pubblicazioni: 13 su riviste nazionali, 19 su riviste internazionali, 46 presentate in Congressi nazionali e 14 in Congressi internazionali, 2 articoli su libro. E' Segretario e socio della Società Italiana di Parassitologia.